Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Iscrivere i bambini a un corso

Vi sembra giunto il momento di coltivare le passioni dei vostri bimbi iscrivendoli a un corso?

Con la nostra mini guida avrete un vademecum per non sbagliare corso, dare valore alle loro capacità e inclinazioni (senza stressarli) e orientarvi nel mare di offerte in circolazione.

Iscrivere i bambini a un corso è una scelta importante che prima o poi fa capolino in ogni famiglia. Nuoto? Pallavolo? Disegno? Cosa scegliere nel gran mar dei sargassi delle possibilità offerte ai vostri figli? Oggi, infatti, c'è davvero l'imbarazzo della scelta e il rischio è di girare a vuoto. Con la nostra mini guida, avrete una mappa per non perdervi in un percorso che può essere tanto avvincente quanto impegnativo, per voi e per loro. Buona lettura.

 


Riflessione.

Ormai è ufficiale e anche nella chat di classe non si parla d'altro: tocca iscrivere i bambini a un corso. La prima cosa da fare però, per non iscriverli a caso, è cominciare insieme a loro a rifletterci su. I parametri per la scelta di un corso sono tantissimi e vanno tutti tenuti presente. C'è già qualche amichetto iscritto a quel corso? Il vostro bimbo ama lo sport o le attività artistiche? Gli piace disegnare o suonare? Sembrano domande semplici ma le risposte vi sorprenderanno.

Provare ma senza esagerare.

Tenete presente che non potrete far loro provare tutti i corsi esistenti al mondo. Dovrete (e dovranno) rinunciare a qualcosa a priori ed è questo lo scopo delle riflessioni del punto precedente. Magari non troverete il corso adatto al primo colpo ma almeno avrete un elenco tra cui andare a pescare. Fate dunque qualche tentativo, approfittando magari delle giornate di prova gratuite che mettono a disposizione molte strutture. Ma tenete d'occhio lo stress. I bimbi hanno bisogno anche di momenti di ozio e riposo, tempi apparentemente vuoti in cui possono sviluppare la loro personalità e magari rilassarsi a semplicemente leggendo un buon libro.

3, 2, 1... buttarsi!

Fatte le attente valutazioni ed eseguite le prove, è arrivato il momento di buttarsi. Questa fase è forse la più delicata perché, una volta deciso il corso a cui iscriversi, i vostri bambini potrebbero fare i... bambini. Ovvero lasciarsi andare, presto o tardi, a qualche capriccio. In questa fase, siate autorevoli. Ormai, dopo prove ed errori, sapete che quello è proprio il corso che fa per loro. Senza mai forzare la mano e mettendo in campo tanta empatia, rimanete fermi e aiutateli a superare le loro piccole resistenze. Da un corso di musica non uscirà il prossimo Mozart ma portare avanti un percorso saltando meno lezioni possibile, per i vostri bimbi, sarà un grande insegnamento di vita dal quale impareranno a dare continuità alle proprie passioni.

Quali criteri seguite per iscrivere i vostri bimbi a un corso?

Raccontateci le vostre riflessioni su come iscrivere i bambini a un corso sulla pagina Facebook di Bennet.

Promozioni

DA BENNET: 14 GIORNI FRESCHI FRESCHI

DA BENNET: LA TUA CASA COME NUOVA

DA BENNET: PREPARATI ALL'ESTATE