Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Come non farsi male a calcetto

A grande richiesta, la guida pratica su come non farsi male a calcetto. Un vademecum fondamentale per evitare infortuni del venerdì sera e acciacchi che si prolungano per tutto il weekend.
La settimana è lunga ma al solo pensiero della serata tra amici vi si illuminano gli occhi e già vi vedete coinvolti in azioni memorabili e goal da sogno? In campo però una caviglia o un legamento vi possono riportare letteralmente con i piedi per terra.


Come non farsi male a calcetto: guida pratica

Calma e (niente) gesso.

Se non volete finire ingessati o anche soltanto slogati, la calma è la prima vostra alleata. A determinare i danni più diffusi sul campo da calcetto (come su quello da calcio) sono infatti i movimenti a scatto, troppo rapidi e poco "pensati", dettati spesso dalla stanchezza e conseguente nervosismo. Questo non significa che dobbiate ragionare a tavolino su ogni singolo movimento o trasformare la marcatura a uomo in una conversazione da tè delle cinque, ma semplicemente arrivare più riposati. Può aiutare ad esempio regolare la respirazione o magari sostituire l'ultimo caffè prima della partita con una tisana o un orzo. E, se avete tempo, perché non schiacciare un pisolino qualche ora prima di cominciare?

Occhio all'alimentazione.

Per evitare di farsi male a calcetto, un aspetto forse un po' sottovalutato ma importante è la scelta dei cibi da mangiare sia nella settimana sia il giorno della partita. Compatibilmente con le allergie e intolleranze, ad esempio, bilanciare la dieta con un giusto apporto di latticini è un buon modo per fornire calcio alle ossa. Consigliata anche da molti medici è la buona abitudine di bere la giusta quantità di acqua e limitare l'uso di alcolici e grassi "cattivi" ad alto contenuto di colesterolo. Ottimo consumare due o tre noci qualche ora prima del calcio d'inizio.

Scegliere il giusto abbigliamento.

Anche se siete affezionatissimi a quelle scarpe da ginnastica che vi ricordano di quando avete compiuto diciotto anni, forse ora è tempo di dedicarsi al vostro guardaroba sportivo. L'elemento che non può mancare, se volete giocare in sicurezza, sono le giuste scarpe.  Se è vero infatti che spesso i campi da calcetto non rientrano proprio negli standard da Stadio Olimpico, è altrettanto vero che senza le scarpe adeguate i rischi aumentano, specie sulle superfici sintetiche.  Magliette, pantaloncini e calzettoni tecnici e traspiranti favoriscono il benessere generale del corpo e prevengono la disidratazione che causa stanchezza e squilibrio.

Avete scoperto come non farsi male a calcetto e volete raccontarci i vostri metodi?

Scriveteci o postateci immagini di cibi, abiti o tecniche anti-slogature sulla pagina Bennet.

Promozioni

DA BENNET: IL PROFUMO DEL PULITO

DA BENNET: SCONTO 50% 40% 30%