Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Difendersi dallo smog in bici

Spesso, quella di passare più tempo all’aria aperta – magari spostandoci in bicicletta – è una scelta dettata dalla ricerca di uno stile di vita più sano. Muoversi così aiuta a combattere tutti quei problemi che derivano dall’inattività fisica, ma in città rischiamo che i benefici siano superati dai rischi dovuti all’inquinamento.

Smog, PM10 e polveri sottili negli ultimi anni hanno raggiunto livelli preoccupanti, soprattutto, quando non piove per settimane. Che cosa fare allora per difendersi dallo smog in bici? Ecco una guida pratica per mantenere le nostre buone abitudini e farle diventare ottime.


Difendersi dallo smog in bici: questione di abitudine.

Evitate le ore più trafficate e quelle del pomeriggio.

Il traffico nelle città si concentra tra le 7 e le 9 e tra le 17 e le 19. Se siete nelle condizioni di evitare queste fasce orarie, potete ridurre notevolmente i rischi legati all’inquinamento. Bastano veramente pochi minuti prima o dopo per dimezzare il numero di veicoli che incontrate.
Tenete presente anche che le polveri sottili si alzano nelle prime ore del pomeriggio, a causa del livello d’azoto, poi tendono a depositarsi a terra.

Cambiate strade.

Se avete modo di tracciare il vostro percorso facendolo passare da ZTL, aree a traffico limitato o almeno strade secondarie, fatelo. Anche se pedalate qualche chilometro di più, evitando le strade più trafficate, potreste metterci meno tempo.

Anche se Carnevale è passato, mascheratevi.

Le maschere a carboni attivi filtrano le polveri sottili, depurando l’aria che entra nei nostri polmoni. La tecnologia basata sul carbonio vegetale fa precipitare e assorbe le polveri sottili. Cercate le maschere con i valori filtranti (espressi in percentuale) più alti e preparatevi a cambiarle spesso perché i carboni attivi si saturano rapidamente.

A casa continuate a proteggervi.

Fermata la bici, non smettete di difendervi dallo smog. Per gola e naso fate lavaggi nasali con le soluzioni fisiologiche (acquistabili in farmacia, anche senza ricetta). Per la pelle lavate con cura il viso e poi usate creme specifiche, ad esempio quelle a base di acido ialuronico, che riducono l’effetto invecchiamento dovuto all’inquinamento. Per i capelli lavateli frequentemente con uno shampoo delicato.

Conoscete altre soluzioni per difendersi dallo smog in bici?

Condividete le vostre esperienza e i vostri consigli con la pagina Bennet.

 

Promozioni

DA BENNET: I TUOI ALLEATI DEL PULITO

DA BENNET: SPAZIO ALLA SCUOLA 2

DA BENNET: SPAZIO ALLA SCUOLA

DA BENNET: MAXI SCORTA MAXI AFFARI