Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Cucinare in coppia fa bene

Sempre più spesso anche fidanzati, mariti e compagni amano cimentarsi in cucina. Allora perché non sfruttare questa tendenza e cucinare in coppia?


Si sa che cucinare in coppia fa bene, perché permette di rafforzare e rendere più saldo il legame. Grazie all’intimità che si viene a creare è un’esperienza che avvicina i partner aiutandoli a sentirsi più uniti e, per alcuni, riesce anche a ravvivare la passione.

lDopo aver lavorato tutto il giorno quella di cucinare insieme può essere davvero un’idea vincente: cucinare in coppia, infatti, fa bene perché rende felici, fa trascorrere del tempo di qualità con il partner che di solito si vede solo la sera e, quando si riesce a lavorare in sintonia, per di più regala dei “buoni” risultati.

Lo stare in cucina assieme permette anche di ritrovare quella comunicazione che spesso langue per via di mille impegni lavorativi e familiari, aiutando entrambi ad andare d’accordo.

Svolgere quest’attività in coppia aiuta anche a migliorare le proprie abilità tecniche: quello che non si sa fare lo si impara insieme, sostenendosi.

Stare in due in cucina è una questione di organizzazione e coordinamento. Tutto inizia con la lettura della ricetta che si vuol preparare, per poi capire come suddividersi i compiti senza intralciare o rallentare il lavoro dell'altro. Se si sta cucinando un primo piatto, ad esempio, uno potrebbe occuparsi della pasta e l’altro del sugo, mentre se si sta preparando un secondo uno potrebbe preparare e cuocere la carne e l’altro lavare, mondare e preparare le verdure.  Un'altra idea per cucinare in coppia al meglio è di suddividersi le portate, per poi magari preparare insieme il dolce. 

Qualunque sia la scelta sul come organizzarsi, cucinare in coppia fa bene all’umore e allo spirito. Oltre che al palato!

Promozioni

DA BENNET: I TUOI ALLEATI DEL PULITO

DA BENNET: SPAZIO ALLA SCUOLA 2

DA BENNET: SPAZIO ALLA SCUOLA

DA BENNET: MAXI SCORTA MAXI AFFARI