Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Superfici per cucinare

Pentole in alluminio, in acciaio inox, antiaderenti, in ceramica o in pietra … Come scegliere tra tante superfici per cucinare quella migliore? Per aiutarvi, abbiamo pensato di creare questa breve e pratica guida online.

Se chi ben comincia è a metà dell’opera, in cucina s’inizia dalla spesa e dalla scelta della pentola giusta. Che siate alle prime armi o autentici chef casalinghi, scegliere la superficie per cucinare ideale è tutt’altro che semplice. Le possibilità oggi sono tantissime, ognuna con le sue caratteristiche specifiche.


Superfici per cucinare: la guida cotta a puntino.

Pentole in alluminio. 

L’alluminio è un ottimo conduttore termico e offre un notevole risparmio energetico, proprio per questo è ideale per le cotture a fuoco moderato. Al crescere della fiamma, si alzano le probabilità di bruciare la cena.
Scegliendo questo materiale non dovete preoccuparvi di sbalzi di temperatura, manutenzione e urti.

Pentole in acciaio Inox 18/10.

Al contrario dell’alluminio, l’acciaio ha una scarsa capacità di condurre calore, quindi richiede consumi energetici superiori. È consigliato per tutte quelle cotture – come la bollitura della pasta – in cui il cibo non è direttamente a contatto con la pentola.
Scegliendo questo materiale non dovete preoccuparvi di shock termici, manutenzione e urti.

Pentole rivestite di teflon (antiaderenti).

Ottime come conduttori, queste pentole grazie allo speciale rivestimento impediscono ai cibi di attaccarsi e sono ideali per cotture veloci e con pochi grassi.
Scegliendo questo materiale non dovete preoccuparvi di sbalzi di temperatura e urti. Attenzione però alla facilità con cui si danneggia il rivestimento antiaderente.

Pentole (rivestite) in ceramica.

Grazie al rivestimento interno in ceramica, queste pentole sono ideali per cucinare velocemente. Se siete amanti del croccante e del dorato, queste fanno per voi. Richiedono un filo d’olio, perché la ceramica è meno antiaderente del teflon, sono ideali per tutti i piani cottura e sono semplici da pulire.
Attenzione agli urti, queste stoviglie si scheggiano facilmente e quando accade sono inutilizzabili.

Pentole in pietra.

Sono l’ultima tendenza in cucina e sono ottime da tantissimi punti di vista. Sia che si tratti della prima cottura, sia che stiate riscaldando cibo cotto in precedenza, le pentole in pietra permettono di cuocere in maniera ottimale e non richiedono olio o burro.
Resistono alle alte temperature, non si graffiano e possono essere lavate anche in lavastoviglie. Cosa potete chiedere di più da una pentola?

Quali sono le vostre superfici per cucinare preferite?

Fateci conoscere i vostri segreti da chef e inviateci le foto dei vostri piatti attraverso la pagina Facebook Bennet.

Promozioni

DA BENNET: PARTITE CON NOI

DA BENNET: I FRESCHI SOTTOCOSTO

DA BENNET: SORPRESE CHE TI CAMBIANO L'ESTATE