Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Farine senza glutine

Chi è intollerante al glutine o celiaco ha la necessità di eliminare dalla propria alimentazione prodotti preparati con farine contenenti glutine ed inserire, per la preparazione di dolci o salati, delle farine deglutinate.


Vediamo quali sono quelle principali che si possono utilizzare:

Farina di grano saraceno
Nonostante il nome, il grano saraceno non è un cereale e quindi non contiene glutine. È ricca di amminoacidi essenziali e di fibre. Non si può utilizzare da sola nella panificazione, perché lievita molto poco. È necessario quindi mescolarla con altre farine. Ideale per preparare crespelle, biscotti, torte, pasta fresca.

Farina di mais
È la farina più nota a tutti con la quale si prepara un piatto classico della tradizione culinaria italiana, la polenta. Ne esistono diverse tipologie che si distinguono in base al tipo di macinatura (la bramata, a grana più grande, quella con la quale si prepara la polenta, la fioretto a grana media dalla consistenza meno grossolana e la fioretto dalla grana fine, ideale per gli impasti perché più facile da lavorare).

Farina di riso
È la farina più utilizzata per sostituire la classica farina di frumento e la si può utilizzare per preparare torte, biscotti o pasta. L’ideale è sempre mescolarla con altre farine in quanto ha un sapore molto neutro.

Farina di soia
Deriva dalla macinazione dei fagioli secchi di soia gialla, è proteica e occorre mescolarla con altre farine per essere usata sia per impasti lievitati che non.

Farina di quinoa
Questa farina si ricava dai semi di quinoa, è molto proteica, ricca di sali minerali e di vitamine. Si utilizza per preparare piadine, pasta o biscotti.

Farina di castagne
È la farina che viene più utilizzata per i prodotti da pasticceria in quanto ha un sapore naturalmente dolce. Da utilizzare mescolata con altre farine, assorbe molta acqua e dopo la cottura risulta molto compatta.

Esistono inoltre delle farine che si possono ottenere dalla macinazione non di cereali, ma di legumi. Sono naturalmente prive di glutine e considerate delle farine nutraceutiche, ovvero integratori naturali di sostanze che fanno bene all’organismo. Tra queste farine possiamo trovare quella di ceci, di piselli, di lenticchie, di lupini, di fagioli e di fave. Si utilizzano mescolate ad altre farine dal gusto più intenso per la preparazione di pane, dolci e pasta fatta in casa.

Infine troviamo altre farine naturalmente prive di glutine che derivano dalla lavorazione di frutta a guscio (mandorle, nocciole, cocco) o da semi oleosi (sesamo, canapa, lino) utilizzate principalmente per la preparazione di dolci.

Promozioni

DA BENNET: UN NATALE STRAORDINARIO

DA BENNET: REGALI SOTTO L'ALBERO

DA BENNET: ADDOBBI NATALIZI

DA BENNET: SPECIALE GIOCATTOLI