Skip Navigation LinksHome > L'azienda > Iniziative

Iniziative

Da molti anni, Bennet è attento al suo contesto social e ambientale e si impegna a valorizzarlo per creare un futuro migliore per l’azienda stessa, i suoi collaboratori e i suoi clienti con progetti di sostenibilità e solidarietà, anche con enti locali e nazionali.


Bennet aderisce alla campagna “Salva un sacchetto. Salva l’ambiente”,
iniziativa di Conai #controglisprechi, dal 15 settembre al 15 novembre.

Salva un sacchetto. Salva l’ambiente

I sacchetti di plastica e di bioplastica sono spesso condannati a una fine prematura, magari perché usati una sola volta e poi gettati via o perché conferiti in modo erroneo nella raccolta differenziata. Un enorme spreco di opportunità e di risorse. Uno spreco che danneggia l’ambiente.

Lanciamo la campagna sociale “Salva un sacchetto. Salva l’ambiente” #controglisprechi.
Un’iniziativa che rinforza l’attenzione sulla tutela dell’ambiente: se ognuno di noi, ogni giorno, “salvasse” un sacchetto e lo riutilizzasse fino alla fine del suo ciclo naturale, il mondo sarebbe migliore: più pulito e più consapevole.

La direttiva UE 2015/720 sull’uso dei sacchetti di plastica leggeri fissa come obiettivo generale quello della loro riduzione, lasciando una certa libertà d’azione a ogni singolo Stato membro. La legge del 3 agosto 2017 (n.123) è poi intervenuta per recepire la normativa Europea ed il 27 aprile 2018 il Ministero della Salute ha emanato una circolare che indica le tipologie di sacchetti utilizzabili per l’acquisto di frutta e verdura, diversi da quelli proposti dagli esercizi commerciali.

Scopri qui come riconoscere i diversi sacchetti.

banco alimentare

Fondazione BANCO ALIMENTARE

BENNET è stata tra le prime aziende della grande distribuzione ad aderire nel 2005 al progetto "Pronto Fresco" sostenuto da Banco Alimentare e finalizzato al raggiungimento di un obiettivo comune: dare ai prodotti invenduti un valore sociale e ambientale.

Questo obiettivo viene realizzato con la raccolta dell'invenduto alimentare, ( prodotti freschi e food prossimi alla scadenza o con difetti di imballo che li rendano invendibili ), ancora edibile ed utilizzabile, per recuperarlo e donarlo ad associazioni caritatevoli e enti di assistenza, segnalati da Banco Alimentare o da Enti Pubblici e Amministrazioni Comunali.

Il progetto di recupero dell'invenduto è attivo in tutti gli ipermercati Bennet in Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

Ogni anno BENNET partecipa alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare in collaborazione con la Fondazione Banco Alimentare.

Visita il sito web dell'iniziativa

fairtrade

Fairtrade

Fairtrade è il marchio di certificazione del Commercio Equo e Solidale gestito nel nostro Paese da Fairtrade Italia, consorzio senza scopo di lucro costituito da organismi che operano nella cooperazione internazionale, nella solidarietà e nel Commercio Equo e Solidale. È stato fondato nel 1994 per diffondere nella grande distribuzione i prodotti del mercato equo.

In pratica, il marchio Fairtrade garantisce che i prodotti con il suo simbolo, che trovi nel tuo supermercato o in alcune Botteghe del Mondo, siano stati lavorati senza causare sfruttamento e povertà nel Sud del mondo e siano stati acquistati secondo i criteri del Commercio Equo e Solidale. Così il cioccolato, il cacao, il tè, il caffè, le banane, il succo d'arancia, il miele ma anche i palloni da calcio, il cotone, le rose e tanti altri nuovi prodotti, saranno più buoni sia per i consumatori che per i produttori.

Il sistema Fairtrade, attraverso più di 100 aziende licenziatarie, lavora nel nostro Paese con 60 gruppi di produttori di Africa, Asia e America Latina coinvolgendo circa 600.000 persone nel Sud del Mondo. Sono organizzazioni prevalentemente cooperative, che si impegnano ad una gestione collettiva e democratica della loro struttura e ad impiegare parte dei ricavi in progetti di sviluppo sociale per le comunità e il territorio (vie di comunicazione, acqua potabile, energia elettrica, scuole ed ambulatori medici). Nelle produzioni in cui non è possibile la gestione cooperativa (come le arance e le banane), l'inserimento di aziende nel circuito del Commercio Equo e Solidale è subordinato alla costituzione di un fondo per i lavoratori, al rispetto dei diritti sindacali, e alla corresponsione di un salario adeguato.

I prodotti certificati e la distribuzione.Caffè, cacao, banane, ananas, miele, succo d'arancia, tè ma anche palloni, rose, cotone sono prodotti senza sfruttamento dei lavoratori. Da oggi i consumatori possono contare su questa gamma di prodotti certificati dal marchio Fairtrade per sposare la spesa con la solidarietà. I prodotti Fairtrade sono distribuiti dalle principali insegne della distribuzione, tra cui Bennet, per complessivi 5000 punti vendita circa. Sono inoltre disponibili nell'ambito della ristorazione collettiva e della distribuzione automatica (vending machines), nelle caffetterie e pasticcerie.

Spesa Giusta: un successo che cresce
Ogni anno Bennet partecipa all’iniziativa Spesa Giusta il momento annuale di massima visibilità del commercio equo certificato. Costituisce un’occasione unica per far conoscere e portare nelle case dei consumatori i prodotti Fairtrade.

Cambia il tuo modo di fare la spesa, scegli il commercio equo e solidale.

Info:
Fairtrade Italia - Tel. +39 049 8750823
info@fairtradeitalia.it

Visita il sito web